Rete civica del Comune di Firenze
Indice A-Z
testata per stampa

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

  Home » Servizi alla scuola » Refezione» Menù e tabelle dietetiche
testo piccolo testo mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

Menù e tabelle dietetiche

I menù e le tabelle dietetiche adottati per il Servizio Refezione sono predisposti con la collaborazione di esperti dell'U.O. Dietetica Professionale della A.S.L. 10, della Federazione Italiana Medici Pediatri, tenendo conto dei parametri nutrizionali indicati nei LARN (Livelli di Assunzione di Nutrienti e energia per la popolazione italiana - ed. ottobre 2014), dalle Linee di indirizzo per la refezione scolastica - Regione Toscana settembre 2016 e dei suggerimenti e indicazioni forniti dalle Commissioni Mensa e dalle insegnanti, attraverso le schede che pervengono all'Ufficio Refezione in corso d'anno. Il menù viene inoltre sottoposto a validazione da parte della ASL Firenze - Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione, che ha il compito di verificare l'adeguatezza degli apporti nutrizionali, al fine di prevenire l'insorgenza di patologie cronico-degenerative correlate ad apporti squilibrati di nutrienti protratti nel tempo, contribuendo inoltre allo sviluppo di corrette abitudini alimentari fin dalla più giovane età, così come previsto nelle Linee di indirizzo regionali.
L'indice di gradimento delle varie pietanze viene costantemente tenuto sotto monitoraggio attraverso rilevazioni giornaliere effettuate dai tecnici dell'ufficio refezione nelle scuole.
Il menù è strutturato su due periodi: invernale ed estivo, in modo da introdurre un'ampia varietà di pietanze nel rispetto della stagionalità dei prodotti, in particolare ortofrutticoli.
All'interno di ciascun periodo il menù è suddiviso in quattro settimane che si susseguono secondo un calendario stabilito annualmente dall'Ufficio Refezione.
 

Uga la tartaruga

Accedi al sito della mascotte delle mense scolastiche del Comune di Firenze

Informativa allergeni

Ai sensi del regolamento UE 1169/2011, per qualsiasi informazione su sostanze e allergeni che compongono il menù è possibile consultare e scaricare la documentazione che segue (tabelle menù).

Le informazioni circa la presenza di sostanze o di prodotti che provocano allergie o intolleranze sono disponibili rivolgendosi al personale in servizio presso i centri cottura.

Nel menù adottato per l'anno scolastico 2017/2018 potrebbero essere presenti le seguenti sostanze o prodotti potenzialmente allergizzanti:
1)     cereali contenenti glutine (farine, pasta e pane) ed altri prodotti derivati;
2)     crostacei e prodotti derivati;
3)     uova e prodotti derivati;
4)     pesce e prodotti derivati;
5)     arachidi e prodotti derivati;
6)     soia e prodotti derivati;
7)     latte e prodotti derivati;
8)     frutta a guscio e prodotti derivati;
9)     sedano e prodotti derivati;
10)   senape e prodotti derivati;
11)   sesamo e prodotti derivati;
12)   prodotti contenenti anidride solforosa e solfiti;
13)   lupini e prodotti derivati;
14)   molluschi e prodotti derivati.

    Diete speciali

    In casi particolari e per patologie specifiche il servizio di refezione è attrezzato per fornire, su richiesta corredata da relativa documentazione medica, pasti che rispondano ad esigenze dietetiche individuali.
    Nel caso in cui l'alunno necessiti di dieta speciale dovrà essere consegnata, alla direzione della Scuola, la certificazione medica che ha durata annuale salvo che per le patologie croniche (es. celiachia, diabete, etc.)
    La dieta verrà assicurata solo successivamente alla consegna della suddetta certificazione al Centro Cottura; nel certificato dovranno essere indicati con precisione gli alimenti che non possono essere consumati dall'alunno, nonchè la scuola,e la classe frequentata.
    Sono inoltre previsti menù alternativi nel rispetto delle esigenze degli utenti di diverse etnie e religioni, nonche' un menù latto/ovo/vegetariano. Per richiedere queste tipologie di menu' e' sufficiente presentare una semplice richiesta scritta del genitore, che avrà validità per tutto il percorso scolastico, salvo revoca da parte dei genitori.

    In presenza di lievi disturbi di natura gastro/intestinale è possibile richiedere, con nota scritta del genitore da consegnare alla scuola la mattina stessa,  un pasto in bianco per un periodo non superiore ai tre giorni consecutivi; dopo tale periodo sarà necessario il certificato medico, a tutela della salute del bambino.

     
    twitterfacebookyoutube

    città di firenze
    Comune di Firenze
    Palazzo Vecchio, Piazza della Signoria
    50122 FIRENZE
    P.IVA 01307110484

    Amministrazione Trasparente: I dati personali pubblicati sono riutilizzabili solo alle condizioni previste dalla direttiva comunitaria 2003/98/CE e dal d.lgs. 36/2006